Che cos’è il Co.Re.Com?

Il Corecom è un organo regionale che svolge funzioni delegate (per il Piemonte, clicca qui). Tra le sue funzioni favorisce i tentativi di accordo nelle controversie tra gestori di servizi di telecomunicazione e utenti.

E’ uno strumento molto utilizzato dal Movimento Consumatori che, grazie a personale specializzato e conciliatori in ambito di telecomunicazioni, gestisce da molti anni il contenzioso per conto di utenti che hanno subito disservizi.

Che cos’è ConciliaWeb?

ConciliaWeb è una piattaforma gratuita messa a disposizione dell’AGCOM (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni) per inoltrare online al Corecom le istanze volte alla risoluzione delle controversie tra utenti e operatori di telefonia, internet e pay tv.

Come avviare il procedimento?

Per presentare un’istanza al Corecom puoi rivolgerti alla nostra associazione per essere affiancato nella procedura o puoi accedere direttamente alla piattaforma Conciliaweb, accedendo tramite le tue credenziali SPID.

Troverai un formulario da compilare nel quale dovrai indicare, a pena di innammissibilità), i seguenti dati:

  • nome, cognome, residenza o domicilio;
  • il numero dell’utenza (in caso di servizi telefonici o di accesso ad internet) o il codice cliente per le altre tipologie di servizi;
  • denominazione dell’operatore;
  • i fatti oggetto della controversia;
  • le richieste comprensive (se possibile) di una quantificazione in termini economici del risarcimento richiesto;
  • eventuali reclami presentati in ordine all’oggetto della controversia ed i documenti che si allegano.

Una volta inserita l’istanza il sistema genera un fascicolo elettronico che entrambe le parti potranno consultare.

Ogni volta che si verifica una modifica del portale, l’utente viene avvisato con tramite email o sms.

Come si svolge la conciliazione?

  • il Co.re.com valuta l’ammissibilità della domanda
  • se è ammissibile, entro 10 giorni lavorativi dal ricevimento, comunica alle parti l’avvio della procedura
  • se è inammissibile entro lo stesso termine ne dà comunicazione all’istante
  • Prima della fase di conciliazione le parti, senza quindi l’intervento di un conciliatore del Co.re.com, posso scambiarsi proposte per la composizione transattiva della controversia (negoziazione diretta) tramite la piattaforma. In caso di raggiungimento di un accordo, la piattaforma rilascia un’attestazione dell’accordo raggiunto che utente e operatore firmano elettronicamente, e il procedimento viene archiviato.
  • se la negoziazione diretta non porta ad un accordo transattivo, inizia la fase di conciliazione.

Laddove la conciliazione riguardi le seguneti, avviene in forma semplificata, ovverò tramite uno scambio di comunicazioni tra le parti e il conciliatore:

Per tutte le altre materie, la conciliazione si svolge in videoconferenza nella data fissata, accedendo a una stanza virtuale riservata.

Nell’udienza le parti possono intervenire personalmente oppure farsi rappresentare da soggetti delegati (avvocati, associazioni dei consumatori o altri professionisti)

All’esito della conciliazione il conciliatore redige un verbale – che costituisce titolo esecutivo a tutti gli effetti – in cui, se è stato raggiunto un accordo, si prenderà atto di tale accordo diversamente, si attesterà l’esito negativo della conciliazione.

In quest’ultimo caso, l’utente potrà alternativamente:

  • chiedere al Corecom, entro tre mesi dalla data di conclusione del tentativo di conciliazione, la definizione della controversia;
  • fare ricorso alla giustizia ordinaria.

Per supporto tecnico: consultare il Manuale predisposto dall’AGCOM.

Sono altresì disponibili numerosi video tutorial sul canale YouTube dell’AGCOM.

Per informazioni e assistenza. Contattaci.

 

 

 

 

 

Materiali informativi realizzati con il contributo della Camera di Commercio di Torino