Le vittime di atti di bullismo e cyber-bullismo hanno a disposizione diversi strumenti di tutela.

Possono rivolgersi, oltre che alle forze dell’ordine per esposti e denunce:

 

al Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, presentando segnalazioni relative a casi di violazione o di rischio di violazione dei diritti e degli interessi dei bambini e dei ragazzi, grazie al modulo accessibile sul sito

 

 

alla F.I.G.C. SGS, utilizzando la piattaforma gestita da F.I.G.C. per segnalazioni di violazioni dei codici di condotta, maltrattamenti o abusi nello svolgimento dell’attività sportiva

 

 

Con la Delibera 481-14-CONS, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha istituito l’Osservatorio permanente delle forme di garanzia e di tutela dei minori e dei diritti fondamentali della persona sulla rete internet al fine di analizzare le problematiche connesse all’utilizzo di internet e dei social network e di verificare l’efficacia delle procedure adottate dagli operatori. I fenomeni oggetto del monitoraggio sono l’istigazione all’odio, le minacce, le molestie, il bullismo, l’hate speech e la diffusione di contenuti deplorevoli.

L’Osservatorio opera mediante: 1) la raccolta, l’elaborazione e la pubblicazione dei dati relativi al comportamento degli utenti rispetto a internet e ai social network; 2) l’analisi delle policies adottate dagli operatori per la salvaguardia dei valori e degli utenti più sensibili e la valutazione della relativa efficacia.

 

Con il contributo del

 

 

 

 

e con la collaborazione di

 

Direzione Sanità e Welfare
Settore Politiche per i bambini, le famiglie, minori e giovani, sostegno alle situazioni di fragilità sociale