Viaggio in Tunisia: diritto alla restituzione del prezzo dei pacchetti

farnesina

Hai comprato un viaggio in Tunisia? La Farnesina ha diffuso il 27.06.2015 il seguente avviso (tuttora valido):

“Il 18 marzo si è verificato un grave attacco terroristico presso il complesso del Bardo a Tunisi, che ha provocato diversi morti e feriti anche tra i nostri connazionali. Il 26 giugno un ulteriore attentato in una struttura alberghiera di Port El Kantaoui (hotel Imperial Marahba), nei pressi di Sousse ha provocato decine di morti e feriti soprattutto tra i turisti presenti. Si raccomanda ai connazionali di esercitare la massima prudenza e attenersi alle indicazioni delle autorità locali. In caso di urgente necessità, contattare Ambasciata d’Italia a Tunisi allo 0021698301496 o Sala Operativa dell’Unità di Crisi allo 0636225. Le Autorità di sicurezza tunisine hanno ulteriormente innalzato il livello di allerta terrorismo in tutto il Paese, in particolare nelle aree ad elevata presenza turistica ed annunciato l’adozione di nuove misure anti-terrorismo che prevedono anche lo schieramento di militari riservisti nei “siti sensibili e nei luoghi che possono essere obiettivo di attacchi terroristici”. Un forte dispiegamento di forze dell’ordine è presente sulle principali arterie stradali del Paese, nelle principali aree urbane ed anche nella Capitale”.

Dall’avviso risulta – pur in assenza di un formale “sconsiglio” di ingresso nel Paese – che sia alto il rischio di atti terroristici, anche e soprattutto nei siti turistici, ed alta la probabilità che in queste stesse zone vengano schierati militari.

Tale stato di cose porta a considerare che chi ha acquistato un pacchetto turistico per la Tunisia possa legittimamente rifiutarsi di partire e pretendere la restituzione di quanto pagato.

Nel contratto di viaggio o vacanza tutto compreso l’irrealizzabilità della “finalità turistica” (che ne costituisce la causa concreta) per evento non imputabile alle parti determina, infatti, l’estinzione del contratto per sopravvenuta impossibilità di utilizzazione della prestazione, con esonero delle parti dalle rispettive obbligazioni.

Chi intende rinunciare al viaggio e necessita di assistenza può rivolgersi al Movimento Consumatori scrivendo all’indirizzo email sosturista@movimentoconsumatori.it.

Anche in caso di acquisto del solo volo è legittimo ipotizzare (anche se la questione è meno pacifica) che sussista una vera e propria impossibilità – non imputabile al passeggero – di intraprendere il viaggio e cercare di ottenere, se non il rimborso del prezzo, quantomeno voli sostitutivi per altre mete.

Il Movimento Consumatori può assistere i consumatori che hanno acquistato un volo Alitalia anche attraverso la procedura di conciliazione. Chi avesse acquistato da altre compagnie può comunque scrivere a sosturista ed essere assistito dai nostri consulenti.