Processo Fonsai: ora UNIPOL SAI risarcisca gli azionisti

Logo Fonsai

All’udienza che si è tenuta ieri nel processo Fonsai in corso a Torino nel quale MC ha costituito oltre 1000 azionisti come parti civili, il tribunale ha definitivamente accolto le istanze di Movimento Consumatori che ha chiamato Unipolsai quale responsabile civile per risarcire gli oltre 1000 azionisti ex Fonsai e Milano Assicurazioni, costituiti parte civile grazie all’attività dell’associazione. Nel caso in cui gli imputati, tra i quali Salvatore e Jonella Ligresti, venissero condannati per i reati di falso in bilancio e aggiotaggio, UnipolSai dovrà rispondere per tutti i danni patrimoniali e non patrimoniali risarcendo tutti gli azionisti. Con questa importante decisione del collegio torinese è terminata la fase preliminare e il processo è stato rinviato al 17 novembre 2014 per l’apertura del dibattimento.

Sempre nella giornata di ieri si è svolto anche il processo torinese Fonsai bis, che vede quali imputati Ambrogio Virgilio e Riccardo Ottaviani (rispettivamente responsabile e revisore attuario del procedimento di revisione del bilancio Fonsai 2010), che ha visto la costituzione di altre 1000 parti civili, molte delle quali patrocinate dal Movimento Consumatori. “In questo procedimento – afferma Corrado Pinna, avvocato che assiste l’associazione – abbiamo chiesto la chiamata in giudizio della società di revisione Reconta Ernst & Young perché risponda in solido con gli imputati di tutti i danni subiti dagli azionisti”. Questo processo, che verrà presto riunito a al troncone principale, è stato rinviato all’11 ottobre prossimo.

“E’ ora che UnipolSai risarcisca tutti gli azionisti danneggiati dai comportamenti posti in essere dagli imputati – commenta Paolo Fiorio, coordinatore dell’Osservatorio Credito & Risparmio di Movimento Consumatori – da tempo la nostra associazione ha chiesto alla compagnia di accantonare i fondi necessari per risarcire tutti i danneggiati e oggi UnipolSai è a tutti gli effetti entrata nei processi”.