OLIMPIADI INVERNALI. IL TOROC CAMBIA IL CONTRATTO DI VENDITA DEI BIGLIETTI DOPO LA DIFFIDA DEL MOVIMENTO CONSUMATORI

La diffida del Movimento Consumatori al Toroc è nata a seguito di uno studio fatto nell’'autunno del 2005 dal Servizio legale MC di Torino che ha riscontrato l’'esistenza di numerose clausole “vessatorie” e lesive dei diritti dei consumatori, nelle condizioni generali di vendita dei biglietti per assistere alle Olimpiadi invernali. Il Movimento Consumatori non ha pertanto esitato ad avviare la procedura “inibitoria”, prevista dall’art. 139 del Codice del Consumo che consente alle associazioni dei consumatori di agire a tutela degli interessi collettivi rappresentati, per ottenere la cessazione di comportamenti lesivi nei confronti della collettività. A seguito di una serrata contrattazione il 22 dicembre 2005 Toroc ha accettato di cambiare tutte le clausole contestate dal Movimento Consumatori.