LO SCANDALO DEL CARO PREZZI DEL LATTE IN POLVERE IN ITALIA

E’ tristemente nota l’anomalia italiana legata non solo al caro prezzi del latte in polvere, ma anche a quello di tutti i prodotti in genere per la prima infanzia. L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato nel marzo 2000 ha condannato i maggiori produttori di latte in polvere a una sanzione di 3 milioni di euro. Per trovare una soluzione concreta a questo problema il Movimento Consumatori, nel luglio 2004, ha creato il “Gruppo d’acquisto di prodotti per l’infanzia”, che effettua mensilmente acquisti direttamente in Germania. I genitori, in questo modo uniti, possono dividere tra tutti, le spese di spedizione e comprare i prodotti essenziali per i loro bambini (latte, pannolini e omogeneizzati) a prezzi decisamente inferiori a quelli praticati in Italia. Ancora oggi, anche se non più così sfacciatamente scandalosa, è persistente la discrepanza tra i prezzi dei prodotti per l’infanzia praticati in Italia e nel resto di Europa.