SAI CHI VOTI. MC scrive a Chiara Appendino che ha aderito all’iniziativa

saichivoti

Movimento Consumatori è tra i promotori di “Sai Chi Voti”, la campagna nata in occasione delle elezioni amministrative del giugno 2016, per rispondere all’esigenza di avere una classe politica pulita e trasparente. 15 dei 30 sindaci eletti (tra cui il neo sindaco di Torino) hanno sottoscritto gli impegni proposti dai promotori dell’iniziativa, tra cui quello di approvare, entro i primi 100 giorni dalla designazione della giunta, il metodo delle audizioni pubbliche per le nomine di competenza comunale ai vertici di società, enti o consorzi.

La sede MC di Torino ha quindi inviato al neo sindaco un “promemoria” per ricordarle l’impegno preso prima della sua elezione.

“Sai Chi Voti” crede che i cittadini debbano poter scegliere chi amministra le loro città: corruzione, clientelismi, conflitti d’interessi e guai giudiziari devono rimanere fuori dall’urna elettorale. Troppe volte si è scoperto tardi che il sindaco, assessore o consigliere comunale non aveva le giuste competenze per svolgere il ruolo che ricopriva, o era portatore di equivoci conflitti d’interesse che ne pregiudicavano l’operato. E troppo spesso si è assistito a nomine pubbliche fatte a porte chiuse, nate più da favoritismi e logiche di spartizione che dalle reali capacità di chi amministra e gestisce beni e servizi pubblici. La campagna ha anche lanciato una petizione (firmata già da 25 mila persone) per chiedere trasparenza nelle nomine. Si può sottoscriverla all’indirizzo www.saichivoti.it/petizione.

Scarica la lettera del 4 luglio 2016.

Sai chi voti