Rottamazione cartelle equitalia

equitalia

Il Decreto legge n. 08/2017, convertito con modificazioni dalla Legge n. 45/2017 (G.U. n. 84 del 10-04-2017), proroga al prossimo 21 aprile il termine ultimo per aderire alla definizione agevolata, prevista dal D.L. 193/2016, e al prossimo 15 giugno il termine entro cui EQUITALIA comunicherà al contribuente l’ammontare complessivo delle somme dovute.

La suddetta procedura consente al contribuente di poter definire la propria posizione debitoria mediante il versamento di una somma inferiore ovvero:

a) delle somme affidate all’agente della riscossione a titolo di capitale e interessi,

b) di quelle maturate a favore dell’agente della riscossione, ai sensi dell’articolo 17 del decreto legislativo 13 aprile 1999, n. 112, a titolo di aggio sulle somme di cui alla lettera a) e di rimborso delle spese per le procedure esecutive, nonché di rimborso delle spese di notifica della cartella di pagamento,

rispetto a quelle contenuta in una cartella di pagamento e/o in un avviso di debito INPS.

Esempio:

una cartella porta la richiesta di pagamento di € 1.500,00 di cui € 950,00 di capitale ed interessi, € 500,00 di sanzioni e € 50,00 di aggi.

Mediante la definizione agevolata sarà possibile pagare € 1.000,00 con una dilazione sino ad un massimo di 5 rate.

Nel caso di pagamento in 5 rate le medesime dovranno essere versate secondo le seguenti modalità e tempistiche.

a) il 70% del debito entro il 2017. Più precisamente la scadenza delle singole rate è fissata nei mesi di luglio (24% del debito e quindi € 240,00), settembre (23% del debito e quindi € 230,00) e novembre (23% del debito e quindi € 230,00);

b) il saldo (30%) entro il 2018. Più precisamente la scadenza delle singole rate è fissata nei mesi di aprile (15% del debito e quindi € 150,00) e settembre (15% del debito e quindi € 150,00).

Per info: tel. 0115069546 sportello Movimento Consumatori Torino