AGITAZIONI ALL’AEROPORTO DI CASELLE: I DIRITTI DEI PASSEGGERI

Lo sciopero del personale di terra contro i 24 licenziamenti annunciati dall’Aviapartner (società che gestisce i servizi di handling per Air France e Lufthansa) ha bloccato per 36 ore l’aeroporto di Caselle, creando gravi disagi ai passeggeri. Solo alcuni di questi hanno avuto la fortuna di essere riprotetti in tempi ragionevoli su altri voli o trasportati a destinazione con mezzi alternativi a spese delle compagnie aeree; altri sono, invece, rimasti bloccati per un giorno intero in aeroporto senza avere informazioni certe sulla partenza.
Normalmente in caso di cancellazione del volo le compagnie aeree hanno degli obblighi precisi: devono, ad esempio, riproteggere su altri voli e procedere ad una compensazione pecuniaria: l’indennizzo è di tre fasce, 250, 400 e 600 euro, a seconda del chilometraggio della tratta. In caso di sciopero del personale di terra, la situazione è tuttavia diversa: rientra nelle circostanze eccezionali che non si sarebbero potute evitare ed è quindi una causa di esclusione della responsabilità sotto il profilo degli indennizzi automatici. Per quei passeggeri trattenuti ingiustificatamente in aeroporto per ore, la compagnia potrebbe però essere chiamata a rispondere per non averli avvisati tempestivamente di quello che stava succedendo, senza permettere loro, quindi, di potersi organizzare in altro modo, con un altro vettore o con un altro mezzo per raggiungere la loro destinazione. Il presupposto da cui si deve partire è quello di aver subito un danno, e il passeggero che intende chiedere un risarcimento deve anzitutto essere in grado di dimostrarlo. Se lo sciopero è avvenuto senza preavviso, peraltro, le società responsabili dei servizi di terra potrebbero aver violato gli obblighi di informazione generale nei confronti degli utenti. Si può anche ipotizzare che sia stato interrotto un servizio pubblico essenziale. Bisogna comunque valutare la situazione nello specifico, guardando caso per caso, ma per questo gli utenti che ritengono di aver subito un danno possono rivolgersi ai nostri consulenti spiegandoci la loro situazione per valutare il da farsi.