logo_ABF

 

 

 

 

Le banche hanno 30 giorni di tempo per rispondere ai reclami.

  1. Se l’intermediario non risponde entro il termine
  2. Se il reclamo non viene accolto

il Consumatore può avviare una procedura presso l’Arbitro Bancario Finanziario (o ABF) che può decidere su tutte le controversie che riguardano i servizi bancari e finanziari, quali ad esempio i conti correnti, i mutui, i prestiti personali (fino a 100.000 euro se si chiede una somma di denaro, senza limiti se si chiede di accertare diritti, obblighi e facoltà; ad esempio per la mancata consegna della documentazione di trasparenza o per la mancata cancellazione di un’ipoteca dopo aver estinto un mutuo). Per verificare se un problema può essere risolto: www.arbitrobancariofinanziario.it/ilricorso

Il ricorso può essere presentato entro 12 mesi dalla presentazione del reclamo, compilando il modulo reperibile sul sito dell’ABF http://www.arbitrobancariofinanziario.it/ilRicorso/modulistica

Per avviare la procedura è necessario versare all’ABF 20 euro come contributo spese.

Anche il Movimento Consumatori presenta ricorsi all’ABF per propri associati. Se hai bisogno di assistenza, non esitare a contattarci o apri una pratica con il nostro Sportello on line!